13:05

Buon 2009!!!!!!

E finisce qui un 2008 ricco di cambiamenti, errori, gioie, felicità e riflessioni... Che dire, vorrei poter fare il giro di tutti i blog e augurarvi personalmente un 2009 meraviglioso, in cui ogni vostro desiderio possa diventare reale, in cui ogni attimo sia intenso e significativo, in cui ognuno di voi possa vivere serenamente, ma il tempo non me lo permette... Quindi un augurio generale a tutti, BUON 2009!!!!!!
Personalmente spero di mettere un po' la testolina a posto e di piantarla di cacciarmi sempre nei casini...
Ultimo post dell'anno, tanti tanti baci a tutti e ancora auguroni!!!!!
Ci si rivede l'anno prossimo, un bacione, Isabel.

20:22

Una mela al giorno...

Se è vero che una mela al giorno toglie il medico di torno perchè non far di un semplice frutto uno snack goloso e sfizioso?!?! Io adoro le mele, soprattutto le Golden, riesco a mangiarne 3 o 4 al giorno...
Sfogliando le meravigliose pagine de" Il grande libro di Alain Ducasse - Dessert", prezioso omaggio del mio ometto, sono rimasta colpita da queste chips di mela, presentate come decorazione di un fantastico dolce al bicchiere. Leggo velocemente la ricetta (ci sono di quelle cose secondo me non fattibili in una normale cucina di casa) e penso: "dai sembra stranamente troppo semplice...speriamo che non prendo fuoco io, il libro e tutta la cucina!".
Mi metto al lavoro...e questo è il risultato!


Ottime da sgranocchiare, golose nello yogurt o come decorazione di piccoli dessert al cucchiaio...iunsomma divertitevi un po' e provatele!

sciroppo di zucchero a 30° Baumè q.b.*
mele golden q.b.

*i gradi Baumè vengono utilizzati per stabilire la concentrazione di zuchhero in un liquido. Per preparare uno sciroppo a 30° Baume si deve porre in un casseruola 1 litro di acqua con 1 kg e 350 gr di zucchero, arrestando la cottura appena lo sciroppo inizia a bollire.
Per le chips di mela:
Lavare molto accuratamente le mele, privarle del torsolo con un leva-torsoli e affettarle a fettine sottili e immergerle nello sciroppo per 1 ora. Scolarle e disporle su una teglia rivestita con carta forno. Infornare a 80°C finchè non saranno croccanti (circa 1 ora e mezza).

19:19

Biscottini salati allo zafferano e semi di sesamo


Eccomi! Spero che tutti voi abbiate passato un bellissimo Natale! Io non mi posso lamentare, prima di tutto perchè ho ricevuto dei regalini proprio speciali (il mio fidanzato mi ha regalato una nuova fantastica macchina fotografica che è diventata un oggetto di primaria necessità!) e secondo perchè mi sono sentita la reginetta della cucina in questi giorni, mancava poco che mi mettevo a dormire sul piano cottura, ho passato intere giornate fra forno e fornelli ma è stato divertente e... fisicamente provante, sono distrutta, ancora mi devo riprendere! Intanto ricominciamo con le ricette... Per la vigilia ho preparato dei biscottini al parmigiano, da servire come aperitivo, che hanno riscosso molto successo, in quanto sfiziosi e gustosi! La ricetta arriva da Gennarino, io ho solo aggiunto una piccola variante... Riporto la ricetta pari pari...

Biscottini salati allo zafferano e semi di sesamo

Ingredienti:
240 gr di farina 00

120 gr di burro
80 gr di formaggio grattugiato
due tuorli d'uovo 1 bustina di zafferano (questa è l'aggiunta che ho fatto) albume per spennellare
semi di sesamo


Preparate la pasta frolla. Questa, si presenterà più morbida del solito. Meglio, quindi, prepararla diverse ore prima di stenderla e lasciarla riposare in luogo fresco o - se fa caldo - in frigo.
Stenderla con il mattarello su un piano leggermente infarinato portandola ad uno spessore di mezzo cm circa e tagliarla con le formine. Spennellare con albume leggermente sbattuto e cospargere con i semi di sesamo.
Infornare su carta forno in forno portato a 200 gradi circa e lasciarli cuocere finchè non appaiano leggermente dorati. A questo punto, tirarli via dal forno anche se sembrano troppo morbidi: si induriranno raffreddandosi.
Lasciarli poi raffreddare benissimo prima di riporli in una scatola di latta in attesa dell'utilizzo.

Credetemi, sono deliziosi, se li fate piccini come i miei diventano davvero uno stuzzichino goloso, un biscottino tira l'altro...


15:20

Grazie...

Finalmente è arrivato... Quest'anno è un delirio, sarà perchè sono a casa e mi sono potuta permettere di passare ore e ore in cucina, sarà perchè ho avuto il tempo di fare tutti i regali e impacchettarli (con un paio ho anche litigato perchè erano impossibili da incartare!), ma oggi sono particolarmente felice! Niente ricette, niente biscotti o tortine, solo un'infinità di auguri a tutti voi, che avete iniziato a seguirmi e quotidianamente entrate a far parte della mia vita anche solo per un minuto, sì perchè questo blog ormai è una parte di me e mi ci dedico con passione e dedizione! Ringrazio voi perchè avete letto con pazienza le poche righe di questo spazio, ringrazio voi perchè mi regalate sorrisi e complimenti... Tantissimi auguri, per un felice Natale!!!!
Ovviamente gli auguri sono sia da parte mia sia da parte di mia sorella Angelica!!!!!!
Prossimamente pubblicheremo tutti i menù, alla prossima!!!

19:26

Stelline speziate all'uvetta

Sono due giorni che sono tappata in cucina...sto cucinando l'impossibile per portarmi avanti, sembra che in casa mia debba arrivare un esercito per il cenone della Vigilia!!! I preparativi continuano, intanto vi propongo gli ennesimi biscottini per guadagnare tempo, perchè ci sono tante tante stuzzicherie belline che aspettano solo di essere immortalate...vi posterò tutto quando avrò più tempo a disposizione, per ora vi prego di accettare questi...


Stelline speziate con uvetta.
Ingredienti:
250 gr di farina 00
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di cannella in polvere
la punta di un cucchiaino di noce moscata
3 chiodi di garofano macinati
125 gr di burro
200 gr di zucchero semolato
2 cucchiai di latte
1 uovo leggermente sbattuto
100 gr di uvetta

Lavorare il burro e lo zucchero, fino ad ottenere una crema. Incorporare l'uovo ed il latte. Infine aggiungere la farina setacciata con il lievito, il bicarbonato, le spezie e l'uvetta. Formare un panetto che farete riposare in frigo per 30 minuti. Successivamente stendete la pasta su un piano infarinato e con un taglia-biscotti ricavate delle stelline. Disponetele su una teglia rivestita con carta forno, distanziandole un po' fra loro perchè in cottura si gonfieranno un po'.
Infornate a 180°C per 10/12 minuti o fino a doratura.

09:57

Sto diventando pericolosa?????


Giuro che non ho inaugurato il progetto "Diabete per il 2009" ma fare biscotti mi rilassa talmente tanto che sto diventando quasi pericolosa...si continua con dei biscottini al cacao, a cui ho conferito la forma dei pretzel solo perchè il Natale è alle porte ma si possono fare tranquillamente in ogni momento dell'anno e con la forma che più vi piace!!!!

Pretzel al cacao:

200 gr di farina

115 gr di zucchero

115 gr di burro morbido

50 gr di cacao amaro in polvere

1 uovo

1 cucchiaio di estratto di vaniglia

3 cucchiai di latte

la punta di un cucchiaino di lievito

sale

per la finitura: un uovo sbattuto per spennellare i biscotti – zucchero semolato

In una ciotola capiente mescolare il burro morbido con lo zucchero, fino ad ottenere una crema chiara e omogenea. Incorporare l'uovo, la vaniglia, il latte e il cacao, setacciarvi la farina con il lievito. Aggiungere il sale e impastare, otterrete cosi' un impasto simile alla frolla che andrà ricoperto con pellicola e riposto in frigo per circa 30 minuti. Successivamente riprendete la pasta e formate dei cordoncini che abbiano uno spessore inferiore ad 1 cm. Divideteli in striscie lunghe 10/12 cm e dategli la forma dei pretzel o la forma che più vi piace. Spennellate i biscotti con l'uovo sbattuto e spolverizzate con zucchero semolato. Infornate per 15 minuti a 160 °C. Fate raffreddare su una gratella.

18:22

Biscotti alla vaniglia con granella di zucchero

Buonasera!!! Prosegue lo sfornamento di biscotti con queste frolle cosparse di granella di zucchero, dal piacevole e delicato aroma di vaniglia, ottime per la colazione o per l'ora del tè. Ideali soprattutto per le ricorrenze natalizie! Eccovi la ricetta...

Biscotti alla vaniglia con granella di zucchero



Ingredienti:
250 gr di farina 00
125 gr di maizena
1 cucchiaino di lievito in polvere
125 gr di burro
150 gr di zucchero semolato
2 uova leggermente sbattute
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale

Setacciate la farina, la maizena, il lievito e il sale, in una terrina capiente. Aggiungere il burro e incorporarlo con la punta delle dita, ottenendo così un impasto sabbiato.
Unite lo zucchero, la vaniglia e le uova, impastare fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Coprire con pellicola e far riposare in frigorifero per circa 30 minuti.
Dopo 30 minuti riprendete la pasta e stendetela su una superficie leggermente infarinata, con l'aiuto di un mattarello. Ritagliate i biscotti della forma che più vi piace, disponeteli su una teglia rivestita con carta forno, spennellateli con un po' di albume e spolverarli con granella di zucchero (a me erano avanzati degli albumi da una preparazione precedente ma se non li avete a portata di mano potete tranquillamente evitare, disponete semplicemente la granella facendo una leggera pressione in modo da farla attaccare bene ai biscotti).
Infornare per 10/15 minuti a 180°C, fino a quando i bordi inizieranno a diventare leggermente dorati.

20:41

Biscotti all'arancia candita e uvetta

Ultimamente il mio umore non è dei migliori e menomale che il Natale dovrebbe renderci tutti più buoni...
Sembra che invece mi stia regalando solo insoddisfazioni! Tutti ti vogliono intelligente, capace, leale, sincera, caparbia, corretta, tutti vogliono plasmare la tua personalità e renderti uguale a loro, tutti vogliono che tu sia migliore...e poi che cosa ti resta??? Un'esistenza vissuta a cercare di essere come gli altri ti volevano, mentre ti sei persa i tuoi sogni, i tuoi desideri, la tua voglia di spaccare il mondo...è triste che a soli 20 anni mi debba ritrovare qui a cercare di capire perchè le persone più care che hai, quelle che dovrebbero amarti incondizionatamente invece ti soffocano, ti buttano giù, ti demoralizzano...ti fanno piangere, ti fanno del male! Perchè ho passato gli ultimi anni ha maturare la convinzione che dovevo diventare una donna a tutti i costi perchè solo così avrei avuto la loro stima, che avrei dovuto dedicare molto tempo alla mia famiglia perchè era giusto così, perchè poi subentrano le malattie che piano piano ti disintegrano, ti fanno appassire ma loro sono il tuo appiglio, il tuo punto fermo. Le insicurezze, le angoscie, le paure ti confondono, ti opprimono...questo vuol dire diventare adulti???? Fermate la giostra, non mi piace, voglio scendere...

Unica consolazione per il momento sono questi biscottini...dedicati a voi che mi dedicate sempre un momento di attenzione, una parola carina, un sorriso virtuale...



Biscotti all'arancia candita e uvetta
300 gr di farina
1 cucchiaio di lievito in polvere
125 gr di burro
100 gr di zucchero di canna
70 gr di arancia candita tritata
50 gr di uvetta
1 uovo

In una ciotola capiente setacciate la farina con il lievito. Aggiungere il burro e impastare, ottenendo così un impasto sabbiato. Aggiungere lo zucchero, i canditi tritati, l'uvetta e infine l'uovo. Impastare velocemente e, con l'aiuto di un cucchiaio, formare dei mucchietti che disporrete su una teglia ricoperta con carta forno, distanziandoli un po' fra loro. Infornate a 190 °C per 20 minuti, controllando che non diventino troppo scuri.

15:16

Biscotti all'anice

Credo di essere affetta da sfornamento di biscotti compulsivo... Quando comincio è finita, ieri ho preparato 7 tipi di biscotti diversi per un totale di circa 300 biscotti...
Continua quindi la saga "biscottando per Natale" e vi propongo questi biscotti presi dal "Libro d'oro dei biscotti" (precisamente pagina 156) che hanno sorpreso moltissimo anche me: facili nell'esecuzione, semplici e poco burrosi, profumati e fragranti... Ecco la ricetta:

Biscotti all'anice (o biscotti toscani - non chiedetemi il perchè!!!!)
Ingredienti:
450 gr di farina
2 cucchiaini di lievito
2 cucchiai di semi di anice pestati
150 gr di burro
200 gr di zucchero
3 uova
la scorza grattugiata di 2 limoni
1 pizzico di sale



In una ciotola lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova, la scorza di limone, i semi di anice pestati, la farina setacciata con il lievito ed il sale. Impastare velocemente fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. Formate 2 filoncini altri 1 dito, lunghi all'incirca 25 cm e larghi 4 cm. Disporli su teglie ricoperte da carta forno ed infornare a 180 °C per 25/30 minuti, fino a quando la superficie dei filoncini risulterà di un bel colore dorato. Togliete dal forno e lasciate intiepidire per 15 minuti. Successivamente, con un coltello seghettato, affettate i filoncini, creando delle fettine spesse 1 cm che andranno disposte nuovamente sulle teglie per farle biscottare in forno a 180 °C per 3/5 minuti per ogni lato.

17:22

Alberelli con farina di mais e Marsala.

Apriamo ufficialmente le danze...E' iniziata la biscotto-mania, inizieremo a sfornare biscotti a tutto spiano in previsione del Natale! Io adoro fare i biscotti e l'idea di poterli confezionare per fare qualche pensierino mi piace un sacco...Basta davvero pochissimo: dei sacchettini per alimenti, dei laccetti graziosi o fettuccine per chiuderli e il gioco è fatto! Spero siano di vostro gradimento e spero altrettanto di non stufarvi con tutte le ricette di biscotti che vi proporrò...
Questi biscottini sono deliziosi, croccanti e profumati, da gustare con un vino dolce sono perfetti...veloci, semplici, buoni e simpatici...meglio di così!!!

Alberelli con farina di mais e Marsala.

Ingredienti:
150 gr di farina 00
150 gr di farina di mais macinata finissima (fioretto)
150 gr di burro
150 gr di zucchero
3 tuorli
3 cucchiai di Marsala
sale

Lavorare il burro e lo zucchero. Aggiungere i tuorli e successivamente il Marsala. Incorporare le due farine e il sale. Formare un panetto che dovrà riposare in frigo per 1 ora. Dopo il riposo, riprendete la pasta e stendetela con un mattarello, con uno spessore di 1/2 cm. ritagliate i biscotti con l'aiuto di un tagliabiscotti e disponeteli su una teglia rivestita con carta forno. Infornate a 180°C per 15/20 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare su una gratella.

13:36

Sfogliando vecchie foto...


Ieri mattina ero alla ricerca di un libretto, cercavo delle ricette carine per i biscotti di Natale e mi ricordavo di averne adocchiate un paio ne"Libro d'oro dei biscotti". Mi sono tuffata nella mia libreria ma niente. Allora mi dirigo verso l'altra libreria (perchè i miei libri di cucina devono stare comodi!) e mi salta in mano un piccolo album di foto che aveva tutta l'aria di avere la mia età!! Inizio a sfogliarlo, oddiooo, ma quella cosetta con i capelli a scodella sono io...e ho un dito nel naso! Sfoglio con foga le pagine, riscopro la bellezza di mia madre, poco più che trentenne, riesco a percepire negli occhi di mio padre la felicità di tenermi in braccio, colgo l'amore di mia sorella che mi fa i codini e mi schiocca un bacio nella foto successiva, rivedo il suo viso dolce che mi spiega che le dita nel naso di una signorina non sono troppo simpatiche. Poi in una foto vedo la tavola imbandita e le mie manine immerse in un vassoio pieno di biscotti...le Reginelle, buone! Quanti ne ho mangiati di quei biscotti, tipico biscotto siciliano completamente ricoperto di sesamo (in dialetto si chiamano biscotti col cimino). Chiudo l'album e chiamo nonna, voglio la sua infallibile ricetta! Detto, fatto!

Biscotti siciliani: le reginelle.
ingredienti:
100 gr di burro morbido
150 gr di zucchero
300 gr di farina
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito
2 tuorli (conservare gli albumi)
60 ml di latte
aroma vaniglia
semi di sesamo

Mescolare il burro e lo zucchero. Aggiungere i tuorli e il latte.
Incorporare al composto la farina, il lievito e il sale.
Impastare velocemente e far riposare per 20 minuti in frigo.
Riprendete l'impasto e formate delle palline grandi come una noce. Spennellarle completamente con l'albume e ricoprirli con il sesamo. Infornare a 180°C per 15 minuti.

19:56

Aspettando il Natale...andiamoci leggeri!

Rieccoci qui!!!! Fra pochissimo è Natale e io non sto più nella pelle...un po' perchè l'atmosfera natalizia che si respira rende tutto più bello e un po' perchè tutti ma proprio tutti possono ritornare un po' bambini! Destreggiandomi fra la ricerca sfrenata dei regali, i relativi pacchi e pacchettini, gli oggettini per addobbare un po' la casa e tutto il resto, ovviamente ho trovato anche il tempo di scegliere tutte le ricette di biscotti che ho intenzione di sfornare con relativa lista della spesa lunga più o meno un paio di fogli...Prima di mettermi all'opera però ho voluto provare una ricetta light che avevo trovato chissà dove, giusto per tenersi un po' leggeri prima del degenero...
Si tratta di biscottini, mi era già capitato di cimentarmi in biscotti dietetici ma il giorno dopo rischiavo sempre di correre dal dentista perchè si pietrificavano, questi invece rimangono morbidosi e rustici, senza un grammo di olio o burro e giusto con un po' di zucchero per allietare un po' la giornata!


Biscotti dietetici ai fiocchi d'avena
50 gr di fiocchi di avena
50 gr di farina di integrale
40 gr di zucchero semolato
1 uovo
1 pizzico di sale

Mescolare la farina integrale, i fiocchi d'avena, lo zucchero, il sale.
Unire l'uovo leggermente sbattuto e mescolare con un cucchiaio.
Formare dei mucchietti, con l'aiuto di due cucchiai, e adagiarli su una teglia rivestita con carta forno. Infornare a 175 °C per 12/15 minuti (dipende dalla grandezza)

17:00

Da oggi siamo ufficialmente in due...


Buonasera a tutte gli affezionati della meraviglie di Isa!
Mi presento: sono Angelica, la sorellona di Isa, quella che spesso pasticcia con lei... e che più che altro ama farle da aiutante!
Isa vi ha già aggiornati sul fatto che non vivo più con i miei genitori da un anno e che il "Cognatino" a cui dedica alcune sue golosità è il mio compagno, l'uomo che cerco di prendere per la gola e di coccolare anche con il cibo!
Per lui amo preparare il pane fresco, soprattutto durante il fine settimana, quando ho un po' più tempo a disposizione.
Il mio cavallo di battaglia sono i panini al latte, fragranti e morbidosi, buoni per una bella colazione a base di latte e pane e nutella, ma anche per accompagnare zuppe o secondi di carne (i panini spezzano un po' il sapore delle carni rosse essendo vagamente dolciastri).
Ecco la ricetta, spero vi piaccia!!!


Panini al latte
Ingredienti:
500 g farina 0
2 bustine di lievito Mastro Fornaio
2 tuorli d'uovo
3 dl latte
50 g burro
10 g sale
30 g zucchero semolato
1 cucchiaio di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaio d'acqua
Preparazione:
Sciogliere il lievito in due cucchiai di latte tiepido e lasciar riposare dieci minuti.
Far scaldare il latte rimasto fino a quando sarà ben caldo. Una volta scaldato, versare il latte in una terrina, aggiungere il burro e lo zucchero; mescolare il composto fino a far sciogliere il burro e poi lasciar raffreddare il tutto per qualche minuto.
Aggiungere al composto raffreddato la farina setacciata, il sale, lo zucchero, il lievito sciolto e 1 tuorlo precedentemente sbattuto.
Raggiunta una consistenza elastica e omogenea, comporre una palla e lasciarla lievitare per un'ora coperta da un panno umido (io aggiungo anche una bella coperta di pile).
Sulla leccarda da forno stendete un velo d'olio extra vergine (o la carta forno... ndr) e dividete l'impasto lievitato in 10 panetti tondi.
Coprire i 10 panetti con il panno bagnato (e la coperta) per un'altra ora.
Mescolare il secondo tuorlo d'uovo ad un cucchiaio d'acqua e spennellare i panini prima d'infornarli a 210° C per 10 min circa (la stessa operazione viene bene anche con il latte se volete che i panini siano più leggeri).
Sfornare quando il pane assume un colore dorato... e la casa profuma di pane!!

20:12

Il vino rosso fa bene al cuore!

Buonasera!!! Oramai lo sanno tutti...bere vino rosso fa benissimo alla nostra salute oltre che a fare buon sangue! Io personalmente non sono una gran bevitrice, mi concedo a volte un bicchiere di vino o di spumante...e se il bicchierino di vino lo mescolassi a un po' di farina, magari un po' di zucchero, qualche pizzicotto di cannella e magari anche del cacao, cosa ne salterebbe fuori???!!!??? Non mi smentisco mai, lo so...ma anche io volevo godere dei benefici del buon vino rosso italiano ed è saltata fuori questa ciambella...

L'ho preparata per il mio fidanzato, che da quando stiamo insieme si presta a fare da cavia e ogni tanto gli tocca assaggiare anche gli esperimenti...povero!!! A volte gli va bene ma a volte lo vedo diventare blu e mi domando se qualcosa non va!! Questa però lo ha conquistato, l'ha spazzolata in 2 giorni...



Torta al vino rosso, cannella e cioccolato.
Ingredienti:
250 gr di farina 00
4 uova
50 gr di gocce di cioccolato
180 gr di burro morbido
180 gr di sciroppo d'acero *
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
1 bicchiere di vino rosso (io ho utilizzato un bicchiere di plastica)
* io ho utilizzato del miele d'acacia e credo che il risultato non cambi di molto!

In una terrina mescolare il burro, lo sciroppo d'acero, la cannella e il cacao amaro.
Unire le uova, una alla volta e successivamente la farina con il lievito, setacciandoli. Unire infine le gocce di cioccolato e il vino rosso. Mescolare delicatamente il composto e versarlo in una teglia imburrata e infarinata (io ho usato uno stampo per ciambella da 24 cm di diametro ma dai bordi alti). Infornate a 180 °C per 45 minuti. Buona merenda!

15:05

Tarte Tatin de Pierre Hermé


Credo non sia necessario presentare questa ricetta con tanti giri di parole... chi di voi non conosce Pierre Hermé??? Ritengo che sia un guru della pasticceria, per capire le sue ricette ho addirittura imparato il francese (quello prettamente gastronomico intendiamoci) da sola... Questa tarte tatin è semplicemente meravigliosa, presa dal libro "Larousse des Desserts de Pierre Hermé", vi consiglio vivamente di provarla...l'ho preparata per mio padre, un uomo molto viziato che fa colazione solo ed esclusivamente se gli si porta il caffè con un dolcetto preparato in casa...cosa non si fa per tenersi stretti gli uomini!!!!Mia madre, un po' per mancanza di tempo e un po' per scarsa fantasia, ha lasciato il testimone a me e io, volentierissimo, uso mio padre come cavia (però non diteglielo!)...vi dico solo che stamattina si è letteralmente attaccato alla torta, rischiando di fare anche tardi al lavoro...

Tarte Tatin de Pierre Hermè

Ingredienti per la pasta: 250 gr di farina - 125 gr di burro freddissimo - 100 ml di acqua fredda (a me ne è servita un po' meno) - 1 pizzico di sale

Preparare la pasta, impastando farina, sale e burro e infine aggiungere l'acqua. Formare una palla con l'impasto ottenuto e far riposare in frigo almeno 30 minuti.

Inoltre: 1,5 kg di mele (io ho usato le golden) - 200 gr di zucchero semolato - 130 gr di burro.

Sbucciare le mele e tagliarle a metà, eliminando il torsolo. Rivestire una tortiera con carta forno. In una padella far caramellare lo zucchero. Quando inizia a prendere colore, spegnere il fuoco e aggiungere il burro a pezzetti (attenzione perchè schizza!!!). Versare il caramello nella tortiera e disporre le mele con la parte centrale rivolta verso l'alto (insomma con la parte cicciotta verso il basso). Infornare per circa 20 minuti a 180 °C. Tirare fuori dal forno e, mentre le mele si intiepidiscono, stendete la pasta, formando un cerchio con diametro uguale a quello della tortiera. Appoggiate la pasta sulle mele e infornate ancora per 15-20 minuti. Quando sarà cotta, prima di girarla sul piatto da portata, aspettate che si raffreddi un po', in modo che il carammello si solidifica quanto basta per non colare dea tutte le parti.




14:02

Panna cotta allo yogurt profumata alla menta con salsa al cioccolato!!!


Buongiorno!!! Oggi vorrei postare uno dei miei dolcetti preferiti, uno di quelli che mi preparo quando sono particolarmente giù di morale o quando sono estremamente euforica (sì lo so che sono strana...), è semplice, veloce, di sicura riuscita, piace un po' a tutti e soprattutto è...ipercalorico, come del resto tutto quello che trovate in questo blog!!! Parlo della panna cotta, che ho deciso di preparare con dello yogurt greco magro, per rendere il mio peccato un po' più leggero, e di aggiungere un po' di sciroppo alla menta! Poi mi sono tornati in mente dei favolosi cioccolatini che io e il mio ometto ci siamo comprati per una serata divano-dvd-coperte-calduccio-coccole, una specie di After-Eight ma molto più cicciotti e appaganti...Allora ho pensato, perchè non abbinare a questa panna cotta un po' di cioccolato??? (tanto l'ho fatta con lo yogurt magro!!!) Giuro che l'intenzione di renderla quasi light c'era, poi ha vinto, come sempre, la gola!!!!!

Nota: la salsa al cioccolato rimane cremosa, diciamo semi-liquida e per questa preparazione è risultata perfetta, perchè quando si affonda il cucchiaino, questa avvolge la panna cotta...mamma mia, non potete capire se non la provate!!!!

Panna cotta allo yogurt alla menta

300 gr di yogurt greco naturale (io ho utilizzato quello con 0% di grassi)

125 ml di latte fresco intero

3 fogli di gelatina

2 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di sciroppo alla menta


Per la salsa al cioccolato:

150 gr di zucchero

120 ml di acqua

100 ml di panna liquida fresca

40 gr di cacao in polvere

7 gr di gelatina in fogli


Per la panna cotta:

Immergere la gelatina in acqua fredda per farla ammollare. In un pentolino scaldare il latte con lo zucchero, fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto. Spegnare il fuoco, strizzare la gelatina e aggiungerla al composto caldo. Unire il latte allo yogurt, mescolando velocemente. Lasciar intiepidire un po' e infine unire lo sciroppo alla menta. Versare in coppette o bicchieri e lasciar raffreddare.

Nel frattempo preparate la salsa al cioccolato: mettere la gelatina in acqua fredda. In un pentolino mettere l'acqua, la panna e lo zucchero, scaldando il composto a fuoco dolce. Quando lo zucchero si sarà sciolto, spegnere il fuoco e unire il cacao, mescolando per farlo sciogliere completamente. Rimettere sul fuoco e far prendere bollore alla salsa, continuando a mescolare. Appena accenna il bollore, spegnere e lasciar intiepidire. Quando la salsa sarà già abbastanza tiepida unire la gelatina e farla sciogliere completamente. Filtrare e versare sulla panna cotta alla menta. Porre in frigo fino al momento di servire.

20:37

Il Nostro dolce di Natale



Buonasera!! Qualche settimana fa ho accettato di partecipare al concorso "Sapore di Sfida 2 - Dolce Natale" promosso da Giallo Zafferano. A dire il vero è stata mia sorella a convincermi, dicendomi che mi avrebbe affiancato volentierissimo in questa esperienza. Non vi ho mai parlato di mia sorella?!? Lei, che ha 10 anni in più di me, è da sempre la mia migliore amica, la persona che riesce a farmi rialzare dopo una brutta caduta, lei che ha sempre creduto in me, che non mi ha mai lasciato sola anche quando volevo che fosse così, che ha combattuto insieme a me una battaglia che sembrava non finire mai...insieme, questa battaglia l'abbiamo vinta. Ok adesso che mi sono anche messa a piangere, posso mettere da parte il romanticismo e presentarvi il NOSTRO dolce di Natale e approfittarne per annunciarvi che da oggi sarà molto probabile trovare su questo blog anche le ricettine di mia sorella (forse un po' vi conviene, perchè a differenza di me si nutre anche di cose salate e potrà proporvi qualcosa che non sia dolce e ipercalorico!). Mi sembra il minimo condividere questo spazio insieme a lei...
Bene torniamo a noi: vi dicevo di questo dolcetto che altro non è che una base di biscotto morbido al cioccolato, arricchito con mandorle e profumato all'arancia, un leggero e sottile strato di frutta secca e cioccolato, mousse al cioccolato (sempre profumata all'arancia), guarnita con scorza di arancia candita e granella di nocciole.



Il nostro dolce di Natale
Ingredienti:
per il biscotto morbido al cioccolato e mandorle:
100 gr di zucchero semolato
250 di cioccolato fondente al 55%
120 gr di burro
la scorza grattugiata di un'arancia
4 uova, albumi e tuorli separati
70 gr di farina
un pizzico di sale
150 gr di mandorle
Per la frutta secca al cioccolato:
1 cucchiaio di granella di nocciole
1 cucchiaio di granella pistacchio
1 cucchiaio di noci a pezzetti
1 cucchiaio di mandorle a pezzetti
1 cucchiaio di pinoli a pezzetti
100 gr di cioccolato fondente
Per la mousse al cioccolato:
430 gr di cioccolato fondente di buona qualità
200 gr di panna fresca liquida
250 gr di albumi
3 tuorli
100 gr di zucchero semolato
1 cucchiaino di essenza di arancia
Per la finitura:
scorza di arancia candite
granella di nocciole

Per il biscotto morbido al cioccolato:
Frullare le mandorle con un mixer, in modo da ottenere una granella abbastanza grossa.
Porre il cioccolato tritato e il burro in una ciotola adatta alla cottura a bagnomaria e lasciar fondere a fuoco dolce. Montare gli albumi a neve ferma e tenere da parte.
Nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero con una frusta (non è necessario che montino ma solo che lo zucchero si disciolga). Quando il cioccolato si è completamente sciolto, aggiungerlo ai tuorli e mescolare con un cucchiaino di legno. Aggiungere la scorza di arancia, la farina, il sale e la granella di mandorle.
Unire infine gli albumi montati, mescolando con una spatola per evitare che si smontino.
Versare il composto in una tortiera del diametro di 26 cm, rivestita con carta forno. Cuocere a 160°C per 50/60 minuti. La superficie dovrà presentarsi asciutta e con delle leggere crepe.

Per la frutta secca ricoperta di cioccolato:
Disegnare su un foglio di carta forno un cerchio di diametro pari al diametro dello stampo utilizzato per l'assemblaggio del dolce.
Fondere il cioccolato a bagnomaria e ,quando sarà completamente fuso, unire la frutta secca.
Girate il foglio di carta forno per evitare il contatto con la matita e versare il tutto all'interno del cerchio, livellando con una spatola e cercando di rimanere dentro i bordi. Lasciar rapprendere.

Per la mousse al cioccolato:
Montare a neve ferme gli albumi con lo zucchero.
Porre la panna in un pentolino e portarla ad ebollizione. Intanto tritare il cioccolato e quando la panna avrà iniziato a bollire versatela sul cioccolato, mescolando per farlo sciogliere completamente. Quando sarà tutto ben amalgamato, unire i tuorli uno alla volta e l'essenza di arancia. Successivamente aggiungere la meringa, mescolando con una spatola per non smontare il composto. Coprire con pellicola e porre in frigo fino al momento di assemblare il dolce.

Assemblaggio:
Rifilare il biscotto, togliendo la parte superiore che presenta le crepe e i bordi, in modo da ottenere un cerchio del diametro di 24 cm (questa è la misura dell'anello metallico che ho utilizzato per assemblare il dolce). Sistemarlo sul fondo dello stampo, maneggiandolo con cura perchè rimane umido e si rompe molto facilmente. Sul biscotto sistemare il disco di cioccolato e frutta secca. Versare infine la mousse di cioccolato e livellare bene la superficie con una spatola. Sbattere leggermente lo stampo sul tavolo per far assestare la mousse. Riporre in frigo per almeno 1 ora prima di decorarla con scorza di arancia candita e granella di nocciole. Rimettere in frigo... se riuscite a non mangiarla prima ancora di aver finito di fare le foto!!!!





18:04

Per una colazione in assoluto relax.

Dopo tanto stress e notti in bianco finalmente posso concedermi anche io un po' di relax... Sapevo che stamattina avrei potuto dormire un pochetto, che avrei potuto fare colazione come una persona normale, con calma, senza la tv che ogni quarto d'ora ti fa vedere l'ora esatta e ti ricorda che ti devi muovere, che non ti è dovuto fare colazione perchè altrimenti arrivi tardi... che nervi! Bene, questa attesa e sperata colazione doveva essere fatta con le dovute briosche, non con le tristi fette biscottate giusto???!!??? Allora mi sono preparata queste...alla faccia dell'ora esatta!

Brioschette con gocce di cioccolato
300 gr di farina 00
10 gr di lievito di birra
1 uovo sbattuto+ latte intero sufficiente per ottenere 150 gr in totale
1/2 cucchiaino di sale
60 gr di burro morbido
40 gr di zucchero a velo vanigliato
1 cucchiaino di zucchero semolato
per la finitura:
zucchero semolato
gocce di cioccolato


In una tazzina sbriciolare il lievito di birra e aggiungere il cucchiaino di zucchero semolato. Lasciate da parte finchè il lievito non si scioglie (lo zucchero a contatto con il lievito ne causa lo scioglimento).
In una ciotola disporre la farina a fontana, al centro mettere lo zucchero a velo e l'uovo sbattuto addizionato con il latte. Iniziare ad amalgamare e aggiungere il lievito sciolto. Quando gli ingredienti liquidi saranno quasi completamente assorbiti dalla farina aggiungere il burro e infine il sale. Impastare per una decina di minuti fino ad ottenere un impasto elastico e liscio. Coprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciar lievitare la pasta in un luogo tiepido per 1 ora o fino a quando non raddoppia di volume. Trascorso il tempo di lievitazione, sgonfiare la pasta e stenderla su un piano leggermente infarinato, con l'aiuto di un mattarello. Cospargere la superficie con zucchero semolato e (tante) gocce di cioccolato. Avvolgere la pasta su se stessa per formare un rotolo, che andrà tagliato in 7/8 pezzi circa. Disponete i tranci in posizione verticale su una teglia rivestita con carta forno e lasciate riposare per altri 20 minuti. Successivamente infornate a 170 °C per 20/25 minuti. Appena fuori dal forno io le ho cosparse con un altro po' di zucchero semolato.

10:33

Mini panini rustici con farina integrale e fiocchi d'avena.


Da un paio di settimane a questa parte mi sveglio sempre intorno alle 4.30 massimo le 5...che fare quando tutto il resto della famiglia è ancora beatamente coccolato dalle braccia di Morfeo??? Faccio il pane...ma ho voglia di un pane rustico, magari adatto alla colazione, da inzuppare nella marmellata (sì perchè io non faccio colazione con pane e marmellata ma con marmellata che ogni tanto vede il pane...), che sia profumato e ovviamente leggero... e questo è il risultato.

Mini panini rustici con farina integrale e fiocchi d'avena.
Ingredienti:
50 gr di latte a temperatura ambiente
120 gr di acqua a temperatura ambiente
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di zucchero
125 gr di farina integrale
75 gr di farina bianca tipo 0 (manitoba)
80 gr di fiocchi d'avena macinati
1 cucchiaino raso di sale
1 cucchiaino di cannella
20 gr di olio evo

Sciogliere il lievito e lo zucchero nel latte diluito con l’acqua.
Aggiungere le farine, 60 gr di fiocchi d’avena e il sale. Impastare per una decina di minuti finchè l'impasto risulta liscio ed elastico.
Porre l'impasto a lievitare in una ciotola unta d'olio.
Mettere poi l'impasto su un piano di lavoro infarinato e modellare un rotolo lungo circa 30 cm.
Dividerlo in circa 13/15 pezzi e modellarli per formare dei panini grandi più o meno quanto un'albicocca (ovviamente si possono fare dei panini normali o un'unica pagnotta ma personalmente ho una passione per i mignon)
Spennellare con un goccio di latte ogni panino e cospargere la superficie con i fiocchi d'avena rimasti. Porli in una teglia rivestita con carta forno e metterli in un luogo caldo, coperti con un telo pulito, per almeno 20 minuti. Intanto accendere il forno a 190 °C e, trascorso il riposo dei panini, infornarli per 20/25 minuti. Durante la cottura ho messo una teglia piccola con dell'acqua nel forno, in modo da mantenere una percentuale d'umidità che rende i panini un po' più mordibosi.

15:01

Attentato al cioccolato!


Se siete a dieta o siete persone della serie "se mangio anche solo una briciola di questa torta mi tocca digiunare per una settimana" vi consiglio di non leggere nemmeno la lista degli ingredienti... Eh sì, questa torta è davvero un attentato alla linea, una di quelle americanate piene di burro, cioccolato, zucchero (che però io adoro!!!). Infatti la ricetta proviene da un libro americano; sfogliandone le pagine non ho potuto fare a meno di non desiderare un morso di questo dolce ipercioccolatoso. Leggo gli ingredienti e penso "qui ci si fa veramente del male!"ma non ho resistito... e poi suvvia, un morsetto di questa goduria ce lo possiamo anche concedere no?!?! Chevvelodicoaffà... da affondarci la faccia!

Attentato al cioccolato

250 gr di cioccolato fondente a pezzetti

170 gr di burro

215 gr di farina 00

40 gr di cacao amaro in polvere

300 gr di zucchero

250 ml di acqua

3 uova

½ bustina di lievito

2 cucchiaini di essenza di vaniglia

un pizzicotto di sale

Far fondere il cioccolato con il burro in una ciotola adatta al bagnomaria, a fuoco dolcissimo e mescolando di tanto in tanto. Nel frattempo setacciare il cacao, la farina, il lievito ed il sale e tenere da parte. Quando il cioccolato sarà completamente fuso, spegnere il fuoco e lasciarlo intiepidire per qualche minuto. Successivamente unirvi le uova, una alla volta, mescolando tra un uovo e l'altro per far amalgamare bene il composto. In un'altra ciotola sciogliere lo zucchero nell'acqua con l'essenza di vaniglia e aggiungere il composto di burro – cioccolato – uova, mescolando velocemente. Aggiungere gli ingredienti secchi e mescolare con delicatezza. Versare l'impasto in una teglia imburrata ed infarinata e infornare a 160°C per 1 ora e 15 minuti. Io l'ho tenuta solo 1 ora nel forno perchè facendo la prova stecchino veniva fuori pulito.

15:34

Biscotti extra al cacao con gocce di cioccolato



E rieccomi... Lo so che in questi ultimi giorni ho un po' trascurato il blog e di conseguenza tutti voi e me ne scuso!!! Però vi ho pensato eh!!!! Vi ho pensato tanto e vi ho preparato i biscottini al cioccolato più cioccolatosi che io abbia mai assaggiato!!! Sinceramente me li aspettavo un po' più dolci e invece, quando li ho assaggiati sono rimasta molto colpita: sono friabili, con un intenso gusto di cacao... personalmente preferisco di gran lunga il cioccolato fondente e possibilmente amaro, quindi ho trovato questi biscotti buonissimi. Se vi va di provarli aspettatevi dei dolcetti dal sapore di cacao molto deciso, che potrebbero piacere poco ai bambini secondo me (vi dico questo perchè il bimbo di 54 anni che gira per casa ci ha tenuto a farmi presente che sono poco dolci e che la prossima volta dovrei farli con più zucchero proprio come piacciono a lui) ma chi ama il sapore intenso del vero cioccolato fondente li troverà irresistibili... aspetto i vostri giudizi!!!! Passiamo alla ricetta????


Biscotti extra al cacao con gocce di cioccolato
Ingredienti:
60 gr di cioccolato fondente (io 54%)
65 gr di burro
2 uova piccole
65 gr di zucchero semolato
100 gr di farina 00
40 gr di cacao amaro in polvere
1/2 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
2 cucchiai di gocce di cioccolato

Disporre il cioccolato fondente ed il burro in un recipiente adatto alla cottura a bagnomaria e lasciate fondere a fuoco basso. Quando si saranno sciolti entrambi trasferite in una ciotola per far intiepidire leggermente.
Nel frattempo setacciare la farina, il lievito, il cacao ed il sale.
Aggiungere le uova al cioccolato fuso, che nel frattempo si sarà leggermente raffreddato, e lo zucchero, mescolando velocemente. Unire gli ingredienti secchi a poco a poco, mescolando con un cucchiaio di legno. Infine unire anche le gocce di cioccolato, coprire il tutto con pellicola e far riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, riprendere l'impasto e formare delle palline grandi come una noce
, disporle su una teglia rivestita con carta forno ed infornare a 180°C per 10/12 minuti.

17:24

Rieccomi... con il Banana Bread!


Finalmente riesco a postare qualcosa!!! Ovviamente l'università mi sta ciucciando anche il sangue (perdonate la finezza) ma non rinuncio al piacere di preparare una cosetta dolce per addolcire le giornate di chi amo (compresa la mia pancia ovviamente)! Questa ricetta l'ho scovata in un blog inglese ma come al solito mi sono dimenticata di segnarne il nome!!! Una cosa l'ho segnata però: è una ricetta di Nigella Lawson. Il risultato mi ha colpita: ero scettica sulla cottura delle banane in forno perchè non avevo mai provato prima! Devo ricredermi, questa tortina è profumatissima e la dolcezza della banana è accompagnata dalle note amare del cioccolato fondente... senza tirarla troppo per le lunghe Isaaa...provatelo!!!! Ah dimenticavo, le dosi sono in cup, io faccio il possibile per convertirle nel modo più preciso!!

Banana Bread di Nigella Lawson
2 1/4 cup di farina 00 (450 gr)
2 cucchiaini di lievito
1 cucchiaino raso di bicarbonato
1 cucchiaino raso di sale
1 cup di burro morbido (200 gr)
1 cup di zucchero (200 gr)
4 uova grandi
5 banane medie, pulite e frullate
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
100 gr di cioccolato a pezzetti

Preriscaldare il forno a 180 C°. Imburrate uno stampo da plumcake ed infarinatelo.
In una ciotola, con l'aiuto delle fruste elettriche, lavorare il burro con l,o zucchero fino ad ottenere una crema chiara, Aggiungere le uova, una alla volta e continuare a sbattere fino a quando le uova non si sono completamente amalgamate. Aggiungere la vaniglia e le banane frullate. A questo punto spegnete le fruste. Setacciare la farina con il lievito, il sale ed il bicarbonato e unirli al composto, aiutandovi con un cucchiaio di legno. Unite infine il cioccolato e mescolate bene il tutto, versate nello stampo ed infornate a 180 C° per 40 minuti circa. Vale comunque la prova stecchino!!!!


13:24

Buongiorno a tutti! Intanti chiedo scusa per la mia assenza ma ultimamente l'università sta assorbendo completamente le mie energie e il mio tempo...il primo esame si avvicina e io sono completamente impanicata!!! Ma nonostante questo voi avete lasciato i vostri commenti facendomi sentire la vostra dolcissima e graditissima presenza! Vi ringrazio infinitamente, per me conta moltissimo!! E oltretutto, giusto perchè sono stata in latitanza, mi sono stati consegneti due premietti carini carini!!!

Il primo premio:



Questo meraviglioso premio mi è stato assegnato da Micaela, che ringrazio infinitamente per la sua simpatia e la sua dolcezza.

Regolamento

* Preleva il premio facendo "copia e incolla" del codice html, che trovi a fine regolamento, e inseriscilo nel tuo blog.
* Scrivi un post linkando il blog che ti ha consegnato la targa come simbolo di gratitudine.
* Crea un link anche a questa pagina per permettere ai premiati di leggere il regolamento e prelevare il premio.
* Per poter ritirare la targa devi premiare almeno sette blog.
* Se vuoi indica la motivazione per cui consegni la targa ai blog premiati.
* In seguito puoi, in qualunque momento, assegnare il premio ad altri blog.

E io lo consegno subitissimo a:
pensieri e dolcezze
essenza di vaniglia
la collina delle fate
dolci e non solo...
manu e silvia
il giardino dei ciliegi
tra camici e fornelli

E ora passiamo al secondo:



Ringrazio di cuore Ladiko che mi ha donato questo premio che riconosce ai blogger il loro impegno nel trasmettere valori culturali, etici, letterali e personali e premia la creatività del blogger stesso. Una volta ricevuto il premio ci sono tre cose da fare:
1) Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole.
2) Linkare il blog che ti ha premiato.
3) Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio.
Io a mia volta consegno questo premio a:

pensieri e dolcezze
essenza di vaniglia
la collina delle fate
dolci e non solo...
manu e silvia
il giardino dei ciliegi
tra camici e fornelli
ricette barbare
http://angolocottura.blogspot.com/
fiordifrolla
galline 2nd life
aaa accademia affamati affannati
fiordisale
un filo d'erba cipollina
dolci profumi

Un bacione a tutti e buon inizio settimana!

06:45

Torta di mele e yogurt con crumble alla cannella.

Quando piove e le giornate sono grigie, non amo uscire! Durante la settimana mi tocca per forza di cose ma nelle domeniche uggiose mi piace stare al calduccio, racchiusa dalle mura domestiche e in compagnia della mia famiglia! Ovviamente è d'obbligo la preparazione di un dolcetto per la merenda... la cosa che amo di più è il profumo che si diffonde per tutta la casa, le preparazioni rustiche e veloci che sprigionano tutto il sapore della semplicità. E nessuno guarda se è bella, fotogenica e ordinata...tutti socchiudono gli occhi e, sorridendo, ti dicono che è buonissima e profumatissima! Come "il sabato del villaggio" questa è la mia "domenica di casa".

Torta di mele e yogurt con crumble alla cannella.
per il crumble:
70 gr di burro
50 gr di zucchero semolato
30 gr di zucchero di canna
70 gr di farina
un pizzico di sale
un'abbondante spolverata di cannella
Per la torta:
4 mele golden di medie dimensioni
370 gr di farina
2 cucchiaini di lievito
un pizzico di sale
un cucchiaino abbondante di cannella
la buccia grattugiata di 1 limone
90 gr di burro morbido
2 uova grandi
100 gr di yogurt bianco magro (io ho messo tutto il vasetto 125 gr)

Preriscaldare il forno a 180°C e rivestire con carta forno una teglia da 26 cm di diametro.
Per il crumble: lavorare tutti gli ingredienti per ottenere un composto "bricioloso", che metteremo in frigo fino al momento del suo utilizzo.
per la torta: sbucciare le mele e tagliarle a piccoli dadini, bagnare con il succo di 1/2 limone e tenere da parte.
In una ciotola setacciare la farina con il lievito, aggiungere il sale e la cannella e la buccia di limone.
In un'altra ciotola, con l'aiuto delle fruste elettriche, lavorare il burro con lo zucchero fino a quando non sarà diventato cremoso. Aggiungere 1 uovo alla volta, facendo incorporare all'impasto il primo prima di aggiungere il successivo. Spegnere le fruste, aggiungere lo yogurt e gli ingredienti secchi. Amalgamare il tutto con una spatola e versare il composto nella tortiera. Disporre sull'impasto i dadini di mela e successivamente spolverare con il crumble.
Infornare per 50/55 minuti.


12:32

Plum & macaroon slice


Questa volta il nome di questo dolce non lo scrivo in inglese perchè fa più stile ma semplicemente perchè è una ricetta di un librettino che mi sono regalata da poco, scritto in lingua inglese!!!
In realtà non è altro che una torta con composta di prugne, ricoperta da un crumble al cocco!
Con le prugne che mia madre si ostina a comprare, pur sapendo che arrivano da qualche cella frigorifera e si meraviglia del fatto che non sappiano di nulla, ho preparato una specie di composta profumata al rum, in sostituzione della marmellata che invece era prevista nella ricetta.
Assaggiando questi deliziosi dolcetti, la mia mente ha iniziato a sfogliare fra le pagine di un'estate che sembra ormai così lontana, ma di cui è rimasto vivo un meraviglioso ricordo...
Passiamo alla ricetta...
Plum & macaroon slice
Ingredienti:
per la base
100 gr di burro
80 gr di farina
185 gr di farina
1 uovo
1/2 cucchiaino di lievito
per la composta:
10/12 prugne scure
2 cucchiai di rum
3 cucchiai colmi di zucchero di canna
per il crumble:
100 gr di burro
80 gr di zucchero di canna
270 gr di cocco disidratato (io ne ho usati 150 gr perchè 270 gr mi sembravano davvero eccessivi)
40 gr di farina
2 uova piccole
1/2 cucchiaino di lievito

Preparate la composta: lavare bene le prugne, sbucciarle, privarle del nocciolo e tagliarle a tocchetti. Metterle in un pentolino con lo zucchero di canna e, a fuoco dolce, farle leggermente caramellare. Quando inizieranno a diventare "cremose" sfumare con il rum e lasciarlo evaporare, alzando leggermente la fiamma, Cuocere la composta per circa 15/20 minuti o fino a quando le prugne non si saranno quasi completamente disfatte.
Nel frattempo preparare la base: lavorare con un cucchiaio di legno il burro e lo zucchero, aggiungere l'uovo e la farina setacciata insieme al lievito. Impastare fino ad ottenere un impasto simile alla frolla. Foderate con carta forno una teglia quadrata 20x20. Stendere la pasta ad uno spessore di 1/2 cm e foderarvi la teglia. Bucherellare la pasta ed infornare 20 minuti a 180 °C (io non l'ho ricoperta con fagioli secchi o riso per mancanza di tempo ma comunque la pasta si è dorata leggermente senza gonfiarsi o fare danni). Deve leggermente dorarsi.
Per il crumble: lavorare il burro con lo zucchero, utilizzando le fruste elettriche. Spegnere le fruste e aggiungere le uova, il cocco e la farina con il lievito. Mescolare il tutto con un cucchiaio per amalgamare tutti gli ingredienti.
A questo punto, dopo aver fatto cuocere la base, versate su di essa la composta di prugne e ricopritela con il crumble al cocco. Infornate nuovamente a 180 °C per 20/25 minuti.
Quando il dolce avrà terminato la sua cottura, tiratelo fuori dal forno e lasciatelo raffreddare prima di rimuoverlo dalla teglia perchè rischiereste di fare un pasticcio. Quando è freddo, trasferirlo su un piatto, rimuovendo la carta forno e porzionatelo a trancetti.

20:42

Tortine con cioccolato e limone candito


E ricomincia una nuova settimana!!!! Era da un po' che volevo provare questo abbinamento che ai più tradizionalisti potrebbe far storcere un po' il naso ma a chi, come me, piace sperimentare sempre sapori e abbinamenti nuovi, sicuramente è molto gradito! Che poi, non è che ho scoperto l'acqua calda, il limone è un agrume come l'arancia e si sa che arancia e cioccolato stanno divinamente bene insieme ... o almeno così è per me!!!! Mettiamola così: voi provate questo dolcetto così io potrò raccogliere le vostre impressioni e di conseguenza conoscere meglio i vostri gusti!!!! E poi sono così semplici da preparare... soprattutto prevedono l'utilizzo di soli albumi...quindi altra ricettina sbologna-albumi come questa qui!!!!
Tortine con cioccolato e limone candito
4 albumi
80 gr di farina di mandorle
60 gr di farina (io ho utilizzato farina di riso)
100 gr di burro fuso
150 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di gocce di cioccolato
1 cucchiaio di scorza di limone candita tagliata a pezzetti

Sbattere leggermente gli albumi fino a quando non diventano spumosi. Aggiungere lo zucchero, la farina e la farina di mandorle. Mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti e versare a filo il burro ormai intiepidito. Unire anche le gocce di cioccolato e il limone candito.
Riempire per 2/3 della loro capacità degli stampini da muffins e infornare a 175°C per 12/15 minuti.

09:09

Cake al cioccolato e olio di oliva


Nella mia famiglia siamo tutti dei gran golosi. E quando dico famiglia ovviamente intendo anche mio cognato, uno spettacolo di uomo che sento vicino come fosse mio fratello!Lui mi da sempre un sacco di soddisfazione e non si tira mai indietro di fronte ai miei pasticci!!! Da qualche giorno lamentava il fatto che non gli arrivava niente da assaggiare... presto fatto: pronto il plumcake al cioccolato per la sua colazione!!! Era buono cognatino???? (mia sorella mi ha spifferato che ha avuto un gran successo!)

Cake al cioccolato e olio di oliva

Ingredienti: 200 g cioccolato fondente a pezzetti 190 g di farina 1 cucchiaio di cacao amaro 140 gr di zucchero 2 uova 100 ml di olio di oliva leggero 125 ml di latte 125 gr di yogurt greco naturale 1/2 bustina di lievito in polvere

Preriscaldare il forno a 160°C, imburrare e infarinare uno stampo da plumcake. Far fondere il cioccolato a bagnomaria. In una ciotola setacciare insieme la farina, il lievito, il cacao e unirvi lo zucchero. In una seconda ciotola sbattere leggermente le uova, aggiungere il latte, lo yogurt e l'olio, fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso. Unire a filo il cioccolato fuso agli ingredienti liquidi, continuando a mescolare per evitare che il calore del cioccolato rovini il composto. Unire gli ingredienti secchi a più riprese, mescolando bene fra un passaggio e l'altro per evitare che si creino fastidiosi grumi. Versate l'impasto nello stampo ed infornate per 40/45 minuti. Vale comunque la prova stecchino!!! Una volta freddo spolverare a piacere con zucchero a velo o con cacao.


17:05

Clafoutis mele e cannella...Dolcetto light!


In una tipica giornata autunnale milanese, mi è venuta voglia di preparare questo dolcetto, semplice e coccoloso, da gustare necessariamente in compagnia di amici, dopo una cena in assoluto relax... è ottimo se mangiato appena tiepido! E poi se proprio la dobbiamo dire tutta è anche light. Quindi mi unisco anche io alla raccolta delle ricette light di Manu, che ringrazio per la bellissima ma soprattutto utile iniziativa!!!!



Clafoutis alle mele e cannella

60 gr di zucchero
50 gr di farina
2 uova grandi
230 ml di latte scremato
2 mele
1 cucchiaino colmo di cannella



Sbucciare le mele e tagliarle a pezzettini.
In una ciotola sbattere leggermente le uova. Aggiungere lo zucchero, il latte e la farina, continuando a mescolare per evitare che si creino dei grumi. Infine incorporare la cannella e le mele a pezzettini.
Versare il composto in 4 stampini individuali da soufflè o in una teglia di ceramica, avendo cura di riempire lo stampo solo fino a 2/3 della sua capacità (altrimenti vi ritroverete con un clafoutis bello gonfio e dorato ... ma sul fondo del forno! Non ridete dai...io non credevo che esplodesse in questa maniera). Infornate a 180 °C per 10/12 minuti se utilizzate degli stampini piccoli o per 25 minuti per un'unica pirofila.

15:59

La torta per il Suo compleanno.


Qualche giorno fa la mia dolce metà ha festeggiato il compleanno! Ovviamente, come sempre, dovevo preparargli un dolcetto che fosse solo per Lui, che riuscisse a conquistare le sue papille gustative e a far nascere sul suo viso uno sei suoi migliori sorrisi. Mi aveva lanciato una sorta di sfida qualche tempo prima, chiedendomi di realizzare una cosetta sfiziosa con banana e cioccolato. Quale occasione migliore del suo compleanno???? A dirla tutta, io non sono rimasta molto soddisfatta del risultato dal punto di vista estetico, ma l'abbiamo assaggiata insieme e ha conquistato entrambi per la perfetta combinazione fra banana e cioccolato. Ovviamente per lui era anche bellissima ma come dico sempre io "non vale perchè non sei oggettivo, mi dici che quello che preparo è sempre bello e buono...io non mi fido mica di te sai??" e lui ride... Poi fra me e me penso "Se non ci fosse lui che si presta a farmi da cavia nel modo più dolce e paziente del mondo!!!!"
Dopo questa dichiarazione d'amore/spiegazione passiamo alla ricettina.
Prima però un'ultima cosina: Tanti auguri Amore mio!!!

Zuccotto "girella" ripieno di mousse alla banana e cioccolato
Ingredienti:
per la pasta biscotto delle girelle:
100 gr di farina
100 gr di zucchero
5 tuorli
4 albumi
per il ripieno delle girelle:
nutella q.b.
per la mousse alla banana:
180 ml di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
1 yogurt intero alla banana
per il pavè al cioccolato (ricetta dell'insostituibile Cavoletto)
io ho dimezzato le dosi
cioccolato fondente 400 gr
burro 125g
tuorli 4
zucchero a velo 75g
panna fresca 50cl



Prima di tutto ho preparato la pasta biscotto: Ho montato a neve ferma gli albumi e li ho tenuti da parte. In una seconda ciotola ho montato benissimo con le fruste elettriche, i tuorli con lo zucchero, fino a quando il composto è risultato soffice, chiaro e triplicato di volume. Ho aggiunto la farina setacciata e ho mescolato delicatamente con la spatola per non far smontare il composto. Ho unito gli albumi, sempre delicatamente, mescolando con la spatola dal basso verso l'alto per evitare di smontare tutto. Ho versato su una placca da forno rivestita di carta forno e ho infornato a 220 °C per 15/20 minuti. Non deve colorare troppo ma dorarsi appena.
Quando la pasta sarà cotta, sfornare e avvolgerla in un canovaccio, aspettando che si raffreddi. Quando si sarà completamente raffreddata, posizionare la "lastra" di pasta con il lato più lungo davanti a voi, spalmarci su uno strato di Nutella (non deve colare ovunque) e arrotolare la pasta aiutandovi con lo stesso canovaccio in cui era avvolta. Sigillate con carta stagnola e riponete un po' in frigo per farlo rassodare.
Intanto preparate la mousse alla banana: montate la panna con lo zucchero a velo e unire lo yogurt. Coprire la mousse con pellicola trasparente e riporre in frigo fino al suo utilizzo.
Per il pavè al cioccolato: far sciogliere insieme il burro e il cioccolato (al microonde o a bagno maria). Sbattere i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro. Mescolare questi due composti. Montare infine la panna e aggiungerla. Foderare degli stampini con della pellicola trasparente e fare rapprendere in frigorifero per una mezzo'oretta.
Assemblaggio: prendete il rotolo dal frigo, togliete la stagnola ed affettatelo con un coltello a lama seghettata, cercando di ricavare delle fette tutte uguali spesse circa 1 cm. Prendete uno stampo da zuccotto, rivestitelo con pellicola trasparente e ponete tutte le girelle sui bordi, cercando di farle stare il più vicino possibile. Versare il pavè al cioccolato, livellare la superficie e versare la mousse alla banana. Chiudete il tutto con le girelle che vi sono avanzate e riponete in frigo per 3/4 ore, prima di rigirare lo zuccotto sul piatto da portata.
Se volete fare un lavoro più "pulito" del mio, raddoppiate la dose della pasta biscotto, in modo da ottenere 2 "fogli", uno per le girelle e uno da cui potrete ricavare un cerchio dello stesso diametro del bordo dello stampo da zuccotto, spesso 1 cm (che vi consiglio di bagnare con un po' di sciroppo), da utilizzare per chiudere il dolce.
Ho decorato con sgorbietti di caramello.

20:05

I biscotti che ti coccolano...



Io non sono un'amante sfegatata del cioccolato... Cioè, si mi piace ma non sono una di quelle persone che ritengono il cioccolato una droga!!! Però quando mi prende la voglia, mi piace preparare questi biscotti al cacao, che sono morbidosi, non stucchevoli e sanno davvero di cacao! Non sono per niente burrosissimi come i cookies americani, che si, saranno anche buoni ma praticamente metà biscotto sostituisce un pasto...
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Sara, "il cibo delle coccole" perchè questi biscotti sono capaci di strapparmi un sorriso anche nelle giornate più nere!!!



Biscotti al cacao
Ingredienti:
75 gr di burro morbido
75 gr di zucchero extrafine
75 gr di zucchero di canna
1 uovo grande
150 gr di farina
1 cucchiaino raso di lievito
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
25 gr di cacao amaro
100 gr di gocce di cioccolato (io non le metto, ne metto solo qualcuna in superficie per decorare)

Lavorare il burro con i due tipi di zucchero, aggiungere l'uovo e mescolare fino a farlo amalgamare bene.
Aggiungere la farina setacciata con il cacao, il lievito ed il bicarbonato. Unite le gocce di cioccolato e impastate il tutto.
Formare delle palline che andranno leggermente appiattite con il dorso di un cucchiaio. Infornate a 180°C per 10/12 minuti.

13:41

La mia apple tart




E rieccoci!!! Per iniziare la settimana con il giusto spirito e un pizzico di allegria ho preparato questa tortina, che in realtà è il prodotto della mia inguaribile improvvisazione; Infatti, scoprendo questa fantastica raccolta, ho deciso di partecipare ma non mi andava di copiare la ricetta da un libro o dall'infinità di riviste di cucina che invadono la mia casa (poi ne ho talmente tante che valla a trovare la ricetta di una torta di mele...), così ho fatto di testa mia e questo è il risultato...







My personal apple tart (in inglese fa più stile)
Ingredienti:
per la base:
250 gr di farina 00
120 gr di zucchero
130 gr di burro freddo a pezzetti
2 tuorli piccoli (1 se le uova sono molto grandi)
per la crema*:
300 ml di latte intero
2 tuorli
60 gr di zucchero
20 gr di fecola di patate
3 cm di stecca di vaniglia
per la finitura:
3 mele golden
un po' di zucchero semolato
mandorle in granella

*la crema che ho ottenuto è praticamente una crema pasticcera con l'unica differenza che è meno densa, direi semi liquida. Io la trovo perfetta per la realizzazione di crostate che ne prevedono la cottura in forno perchè rimane comunque cremosa mentre la pasticcera in forno tende a diventare un po' "mattonella".

Per prima cosa ho preparato la pasta frolla: in una ciotola lavorare velocemente il burro e lo zucchero, incorporare la farina e, con la punta delle dita, incorporarla al burro in modo da ottenere tante bricioline. Aggiungere i 2 tuorli e impastare. Formare una palla e coprire la frolla con pellicola trasparente. Farla riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Mentre la frolla riposava beatamente, ho preparato la crema: ho inciso la bacca di vaniglia e ne ho estratto i semi; li ho messi nel latte insieme al baccello stesso, poi ho scaldato il latte in un pentolino, senza fargli prendere bollore. In un'altra ciotola ho sbattuto i tuorli con lo zucchero e la fecola di patate, ho aggiunto il latte a filo senza smettere di mescolare; ho poi rimesso il tutto sul fuoco fino al raggiungimento del bollore, sempre mescolando. Appena accenna il bollore spegnere il fuoco e versare la crema in una ciotola di vetro per farla freddare. Coprire con pellicola trasparente per evitare che si formi quella crosticina antipatica e sgradevole.
Ho ripreso la pasta, lo stesa con il mattarello e ci ho foderato uno stampo da crostata con diametro 28 cm. Ho disposto un foglio di carta forno sulla frolla, ho ricoperto con del riso ed infornato a 175 °C per 20 minuti. Dopo 20 minuti, togliere il riso e la carta forno e far cuocere ancora per una decina di minuti. Quando la pasta si è leggermente dorata, tiratela fuori dal forno e lasciatela intiepidire leggermente.
Nel frattempo ho sbucciato ed affettato le mele, molto sottili.
Ho versato la crema sulla frolla, ho disposto le fettine di mela in maniera ordinata e ho spolverato con un bel po' di zucchero e la granella di mandorle. Infine ho fatto dorare ancora 10 minuti la torta in forno, sempre a 175 °C, giusto il tempo di far fare un po' di crosticina.
Il risultato??? Una crostata sottile ma friabilissima, delicata e dolce, profumata e semplice! Stavolta ci ho azzeccato...
Ringrazio di cuore Essenza di Vaniglia, per questa meravigliosa raccolta e per la possibilità che gentilmente mi ha dato di partecipare!!!