20:22

Una mela al giorno...

Se è vero che una mela al giorno toglie il medico di torno perchè non far di un semplice frutto uno snack goloso e sfizioso?!?! Io adoro le mele, soprattutto le Golden, riesco a mangiarne 3 o 4 al giorno...
Sfogliando le meravigliose pagine de" Il grande libro di Alain Ducasse - Dessert", prezioso omaggio del mio ometto, sono rimasta colpita da queste chips di mela, presentate come decorazione di un fantastico dolce al bicchiere. Leggo velocemente la ricetta (ci sono di quelle cose secondo me non fattibili in una normale cucina di casa) e penso: "dai sembra stranamente troppo semplice...speriamo che non prendo fuoco io, il libro e tutta la cucina!".
Mi metto al lavoro...e questo è il risultato!


Ottime da sgranocchiare, golose nello yogurt o come decorazione di piccoli dessert al cucchiaio...iunsomma divertitevi un po' e provatele!

sciroppo di zucchero a 30° Baumè q.b.*
mele golden q.b.

*i gradi Baumè vengono utilizzati per stabilire la concentrazione di zuchhero in un liquido. Per preparare uno sciroppo a 30° Baume si deve porre in un casseruola 1 litro di acqua con 1 kg e 350 gr di zucchero, arrestando la cottura appena lo sciroppo inizia a bollire.
Per le chips di mela:
Lavare molto accuratamente le mele, privarle del torsolo con un leva-torsoli e affettarle a fettine sottili e immergerle nello sciroppo per 1 ora. Scolarle e disporle su una teglia rivestita con carta forno. Infornare a 80°C finchè non saranno croccanti (circa 1 ora e mezza).

4 commenti:

Lo ha detto...

questa ricatta di mele è stupenda...chissà che buona e poi sono così belli, come lo sono i biscottini! un bacione e buon anno

manu e silvia ha detto...

anche noi siamo golosissime di mele, praticamente le mangiamo tutte le stagioni...
questo modo di prepararle sembra molto sfizioso..davvero una bella idea!!
bacioni e buon 2009!

Snooky doodle ha detto...

che belli li vorrei propio provare anche io ;)

cassandrina ha detto...

Senza disturbare Ducasse ho preparato per anni( e ancora non ho smesso)queste chips di mele che trovo eccellenti traendo insegnamento da una ricetta di mia zia che le proponeva abbinate all'arrosto di maiale con finocchio caramellato.
Una squisitezza!
Bellissime le immagini di quel libro, fra l'architettonico e l'avveniristico.
Buona lettura

Fabiana