15:05

Tarte Tatin de Pierre Hermé


Credo non sia necessario presentare questa ricetta con tanti giri di parole... chi di voi non conosce Pierre Hermé??? Ritengo che sia un guru della pasticceria, per capire le sue ricette ho addirittura imparato il francese (quello prettamente gastronomico intendiamoci) da sola... Questa tarte tatin è semplicemente meravigliosa, presa dal libro "Larousse des Desserts de Pierre Hermé", vi consiglio vivamente di provarla...l'ho preparata per mio padre, un uomo molto viziato che fa colazione solo ed esclusivamente se gli si porta il caffè con un dolcetto preparato in casa...cosa non si fa per tenersi stretti gli uomini!!!!Mia madre, un po' per mancanza di tempo e un po' per scarsa fantasia, ha lasciato il testimone a me e io, volentierissimo, uso mio padre come cavia (però non diteglielo!)...vi dico solo che stamattina si è letteralmente attaccato alla torta, rischiando di fare anche tardi al lavoro...

Tarte Tatin de Pierre Hermè

Ingredienti per la pasta: 250 gr di farina - 125 gr di burro freddissimo - 100 ml di acqua fredda (a me ne è servita un po' meno) - 1 pizzico di sale

Preparare la pasta, impastando farina, sale e burro e infine aggiungere l'acqua. Formare una palla con l'impasto ottenuto e far riposare in frigo almeno 30 minuti.

Inoltre: 1,5 kg di mele (io ho usato le golden) - 200 gr di zucchero semolato - 130 gr di burro.

Sbucciare le mele e tagliarle a metà, eliminando il torsolo. Rivestire una tortiera con carta forno. In una padella far caramellare lo zucchero. Quando inizia a prendere colore, spegnere il fuoco e aggiungere il burro a pezzetti (attenzione perchè schizza!!!). Versare il caramello nella tortiera e disporre le mele con la parte centrale rivolta verso l'alto (insomma con la parte cicciotta verso il basso). Infornare per circa 20 minuti a 180 °C. Tirare fuori dal forno e, mentre le mele si intiepidiscono, stendete la pasta, formando un cerchio con diametro uguale a quello della tortiera. Appoggiate la pasta sulle mele e infornate ancora per 15-20 minuti. Quando sarà cotta, prima di girarla sul piatto da portata, aspettate che si raffreddi un po', in modo che il carammello si solidifica quanto basta per non colare dea tutte le parti.




12 commenti:

manu e silvia ha detto...

non niente, guarda per noi il tarte tatin è veramente troppo! e nn dire che è semplice...noi con i dolci proprio nn ci andiamo d'accordo e tu sei una maestra a crearli!
Ok ci consoliamo con una fetta del tuo ok?

Roberta ha detto...

Che bellezza!! Complimenti davvero.

Micaela ha detto...

dev'essere buonissima!!!

Barbara ha detto...

E' veramente molto molto bella Isabel, grazie per averla postata

Sere ha detto...

isa è bellissima! chissà che buona :-)

:-*

ambra ha detto...

i dolci con le meleeeeeee!!!!ne vado pazzama questa è bellissima!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Che buona la tarte tatin, una delle mie preferite! complimenti

Dolcetto ha detto...

Quale delizia vedono i miei occhi!!! Che voglia di una bella fetta accompagnata con una tazza di tè fumante!

Onde99 ha detto...

Sai che non ti conoscevo? Hai un blog bellissimo, grazie di essere passata dal mio, mi hai dato modo di conoscerti e di studiarmi le tue fantastiche foto e ricette!

Snooky doodle ha detto...

che bello svegliarsi ogni mattina e mangiare un dolce diverso e fatto in casa. sara come essere ancora in un bel sogno . questa tart tatin sembra bunoissima

petunia ha detto...

ciao... se passi da me ho dei regalini x te

michela ha detto...

CHE BONTà..ti è venuta d'incanto poi.
ciao