20:05

Dalla Sicilia...Pasta con le Sarde!!!!!


Non immaginate nemmeno quanto ho sudato per ottenere questa ricetta...
Non è un segreto che nelle mie vene scorre una modesta quantità di sangue siculo e capita spesso che in casa mia si abbia voglia di rispolverare un po' la tradizione.
Quando ci acchiappa la voglia di pasta con le sarde il compito di preparala è affidato solo ed esclusivamente a mia nonna Isa (io porto il nome di mia nonna, come vuole la vera tradizione terroncella), che ne custodisce gelosamente la ricetta!
"Nonna, che dici, un giorno me lo spieghi come si prepara stà pasta o devo sedarti e rubartela???"
Lei: "Non l'ho mai scritta, è tutto nella mia testa!"
"Ma allora non è vero che facevi la sarta, lavoravi nel KGB e non hai mai detto niente a nessuno!!!"
Alla fine, non chiedetemi nè come nè perchè, mi guarda e mi dice: "siediti e scrivi, ma sappi che sono gelosissima di questa ricetta..."
Le ultime parole famose...ma tanto lei sul blog non ci finirà mai no????

Pasta con le sarde di nonna Isa
Ingredienti:
500 gr di bucatini
600 gr di sarde freschissime (peso del pesce già pulito e ben lavato!)
2 mazzetti di finocchietto selvatico
1 cipolla grossa
3 cucchiai abbondanti di pelati
1 pugno abbondante di uvetta
1 pugno abbondante di pinoli
3 acciughe
2 bustine di zafferano
olio extra vergine di oliva
sale

Per servire:
pan grattato
olio
pinoli

Sbollentare il finocchietto selvatico in abbondante acqua bollente salata. Dopo 15/20 minuti scolare il finocchietto e conservare l'acqua di cottura, dove poi andrà lessata la pasta.
Affettare la cipolla, tritare il finocchietto selvatico precedentemente sbollentato con la mezzaluna e lavare sotto l'acqua corrente l'uvetta e i pinoli.
In una casseruola, far scaldare 4/5 cucchiai di olio extra vergine di oliva e soffriggere la cipolla.
Quando inizia a dorarsi, aggiungere le acciughe (allontanatevi dalla casseruola perchè schizza un po') e farle sciogliere. Unire il finocchietto tritato, l'uvetta e i pinoli.
Subito dopo unire i pelati e le sarde (intere perchè tanto in cottura si sfaldano).
Far cuocere il tutto per 15 minuti a fuoco medio, dopodichè unire le bustine di zafferano.
Abbassare il fuoco, coprire e terminare la cottura, cuocendo per altri 20 minuti.
Nel frattempo riportare a ebollizione l'acqua in cui ho sbollentato il finocchietto. Quindi cuocere i bucatini (al dente). Quando la pasta sarà cotta, scolarla e condire con l'intingolo di sarde.

Per la muddica atturrata (in palermitano il pan grattato tostato si chiama cosi!)
Scaldare una padella appena unta di olio e far tostare un po' di pangrattato, facendo attenzione a non farlo colorire troppo (brucia in un attimo). Spolverare abbondante pan grattato sulla pasta, aggiungere qualche pinolo e servire!

15 commenti:

sweetcook ha detto...

Ma dai, hai origini siciliane? :)
Cmq la pasta quì la facciamo identica a quella che hai postato tu, io la adoro letteralmente:)

sly ha detto...

e tu non sai da quanto tempo avrei voluto provare questa ricetta di cui ho sentito tanto parlare...quindi quest'estate quando dopo una lunga insolazione decidero' di pulirmi praticamente piu' di un kg di sarde (perchè le adoro ma non sopporto pulirle)faro' questa ricettina stupenda e dettagliata...oppure potrei corrompere il pescivendolo e farmelo pulire da lui....allora se ne puo' parlare!ciao e brava!

Patty53 ha detto...

Ciao Isabel,sei fantastica...stavo cercando propio questa ricetta e sono felice che ad insegnarmela sia una vera siciliana!!!!
Pensavo che non ci volevano i pomodori????Un abbraccio!!!

paola ha detto...

buona la pasta con le sarde!!! ma quanto mi piace la muddica atturrata!!! Ora vado in dispesa e cambio l'etichetta sul barattolo....voglio vedere la faccia di mio marito quando la leggerà!! :0))
un bacio

LaFRA ha detto...

Non l'ho mai provata ma tutte le volte che la vedo mi si attiva l'acquolina!
Ciao!
Fra

manu e silvia ha detto...

Troppo buona! e particolarissima con pinoli ed uvetta!!
bacioni

Onde99 ha detto...

Oh, mannaggia, hai tradito la fiducia della nonna!!! Va bene, dai, è stato per una buona causa!!!

Micaela ha detto...

troppo forte tua nonna!!! se sapesse che adesso la conosciamo tutti la sua ricetta! :-P io approfitto e me la copio!!!

Giò ha detto...

le ricette segrete della nonna sono imbattibili..e tu ne hai dato la prova!

Angelica ha detto...

... io però devo capire che tecnica hai usato con la nonna per scucirle la ricetta????
;P

Maurina ha detto...

Mamma che buona la pasta con le sarde. Ho la fortuna di avere un marito catanese e questa pasta me la mangio a casa della suocera... due piatti di solito!!

il_cercat0re ha detto...

wow sei riuscita in un'impresa impossibile!! noi terremo il segreto non preoccuparti :-)

talpy ha detto...

non posso crederci.. una ricetta originale di questo capolavoro di pietanza..! la cercavo da tempo e l'ho già copiata nel quadernino delle ricette di talpy.. ma prometto di non dire niente a nonna isa! :D

annamaria ha detto...

anch'io la stavo cercando, ma in mancanza del finocchietto un preparato a base di finocchietto selvatico puo' andare, e quanto ne dovrei mettere grazie Annamaria

Anonimo ha detto...

sei sicura dei pelati? a Palermo la pasta con le sarde prevede solo lo zafferano perchè il pomodoro...fa volgare!(povero!!)inoltre un consiglio per la mollica "atturrata": aggiungi un pò di acciughe se no sa solo di pane.
MAPPI